Con le Azzurre

Ci stiamo avvicinando alla fase finale di questo Mondiale e siamo tutti con le azzurre.
Oggi camminavo per Milano e sentivo le persone parlare delle partite di volley femminile, di chi avrebbe incontrato l’Italia, degli orari delle dirette…FINALMENTE!!!
Molte volte in questi giorni mi hanno chiesto cosa poteva portare questo mondiale italiano al movimento della pallavolo, e devo dire che sicuramente ha e sta portando dei nuovi appassionati. Un pò come successe anche nel 2002. Grazie alle vittorie delle ragazze i media stanno dedicando sempre più spazio al volley rosa: ieri leggevo su Facebook lo stupore di molti per il servizio dedicato alle azzurre al TG5 e per la foto in prima pagina della Gazzetta dello Sport (bellissima anche la rubrica curata dalla mitica Sara Anzanello: Anza Space).
Tv , Radio, giornali e social network sono tinti di azzurro in questi giorni grazie a queste ragazze che stanno giocando un mondiale davvero alla grande.
Si sa che il motore di tutto sono le vittorie e, indipendentemente da come andrà nel weekend quando si giocheranno semifinali e finali, questo gruppo a mio avviso ha già fatto innamorare il pubblico. E questa è una grandissima vittoria, una di quelle con la V maiuscola. BRAVE. bravi tutti.
L’altra sera ero al Forum con delle ex colleghe e amiche a vedere l’Italia che ha, passatemi il termine, asfaltato le ragazze degli USA. Che goduria.

IMG_6752 IMG_6759

Bella partita, bell’atmosfera. Quando sono tornata a casa pensavo e ripensavo alle giocatrici che stanno vivendo questo mondiale, alle emozioni, alle tensioni e alle scariche pazzesche di adrenalina che competizioni di questo tipo danno.
Pensavo ai sorrisi che vorresti fare quando, avanti due set a zero vedi comparire sul monitor il numero 24 e sai che ti manca un punto per vincere, ma devi essere concentrato e mettere per terra quella palla che, non si sa come mai, nel frattempo è aumentata di peso.
Ad un certo punto ho realizzato che quelle sensazioni io le ho vissute.
Con molte di quelle ragazze, che l’altra sera tifavo dagli spalti, io ho giocato. WOW.
Ricordo il primo giorno che Nadia Centoni arrivò, accompagnata dal babbo, in ritiro con la nazionale pre-juniores…avevamo 14 anni.
I continui scherzi che facevamo al dottore in juniores con Antonella Del Core, come quello di nascondere sotto la maglietta dei dischi da 5kg il giorno in cui ci pesava…
La buonissima zucca al forno all’argentina di Carolina Costagrande l’anno che giocavamo insieme a Forlì, il conto precisissimo delle calorie assunte durante la giornata che facevo con Paola Cardullo, le centinaia di mail di fans a cui rispondeva Francesca Piccinini, la sveglia che io e Francesca Ferretti non abbiamo sentito una mattina al torneo di Montreaux, la sigaretta al mentolo che mi ha fatto provare a fumare Leo Lo bianco perchè eravamo arrivate in finale al Mondiale del 2002…Mondiale che poi abbiamo vinto.

IMG_6758
La gioia provata dopo la vittoria la rivedo nelle foto di quella partita che in questi giorni vengono spesso riproposte e penso che se accadesse di nuovo, qui in Italia, sarebbe davvero una cosa incredibile e il movimento del volley rosa potrebbe finalmente ripartire per merito anche di tante ex che gravitano ancora intorno a questo sport e stanno facendo tantissimo per promuoverlo, come Maurizia Cacciatori e Consuelo Mangifesta.
E allora dai, comunque vada domani in semifinale…siamo tutti #ConleAzzurre.

IMG_3073 IMG_3074

Comments

comments

No Comments Yet.

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *