Villa Tombolina

Una sera, parlando con un amico, abbiamo scoperto Villa Tombolina.
Presi dalla curiosità e catturati dai racconti di Stefano (l’amico in questione) abbiamo subito chiesto aiuto al buon Google e visitato virtualmente questo posto magnifico con la consapevolezza che la visita non sarebbe rimasta solo virtuale.
Così un paio di settimane dopo ci siamo recati in quest’oasi di pace e relax immersa nel verde della valle del Metauro, tra Fano e Urbino.

villa alto
La Villa è risalente al XVII secolo e per diversi anni è stata la residenza estiva degli Arcivescovi di Urbino. Al suo interno vi è anche un oratorio privato dedicato a San Rocco, e ogni 16 agosto viene celebrata la messa in onore del santo protettore degli animali.
Rocco, tra l’altro, è anche il primo nome di Ringo: non poteva esserci posto più azzeccato per le nostre vacanze.

san rocco
Accanto alla Villa si trova un Casolare del XVI secolo, con 9 bellissime camere ognuna delle quali con vista mozzafiato sulle colline marchigiane. La sala da pranzo non è difficile da trovare: basta seguire il profumo di dolci che ogni giorno vengono preparati per gli ospiti da Adriana e Paola, le squisite (come le loro torte) proprietarie della struttura.

torte tombolina

Non sono passate nemmeno 24 ore e già mi mancano le colazioni a Villa Tombolina. Vi assicuro che era impossibile resistere a quei dolci… per fortuna che la zona offre la possibilità di fare movimento!
Tantissime le cose da fare per chi non vuole oziare tutto il giorno a bordo piscina (anche a questo era MOLTO difficile resistere).

IMG_5839 IMG_5908
Noi abbiamo visitato il borgo medioevale di Mondavio e ci siamo fatti una bellissima e suggestiva passeggiata nella Gola del Furlo, con sosta caffè al Bar Furlo, famoso per essere il luogo in cui Benito Mussolini, durante i suoi viaggi da Predappio a Roma, era solito fermarsi per mangiare e dormire.

IMG_5883 IMG_5885

La zona, come del resto anche Villa Tombolina, è frequentatissima da stranieri e questo mi fa pensare a come, molto spesso, loro conoscano meglio di noi anche gli angoli apparentemente più nascosti e sicuramente più affascinanti del nostro paese. Dobbiamo rimediare, devo rimediare. Mi rendo conto che ho viaggiato tanto ma ci sono davvero una marea di posti magnifici in Italia che non ho ancora visto, sicuramente anche vicinissimi a dove vivo. Se non fosse stato per quell’aperitivo preso in una domenica di fine luglio non avremmo soggiornato nell’atmosfera accogliente ed avvolgente di Villa Tombolina, scoperto le bellezze della valle del Metauro e, soprattutto, conosciuto Adriana e Paola che ci hanno aperto non solo le porte della loro struttura ma anche quelle della loro bellissima famiglia, facendoci sentire meglio che a casa.

IMG_5837 IMG_5836 IMG_5834 stanze tombolina

sasso tombolina

Comments

comments

2 COmmenti
  • Stefano
    agosto 17, 2014

    Bello, bello, bello!!!
    Viene proprio voglia di andarci.
    Brava Rachele, bella penna!
    Piacevolissima da leggere.
    Adessi tocca a noi: prima tappa di avvicinamento e da domani una settimana di relax a Villa Tombolina…
    Ci penserà Giulietta a tenere impegnato Andrea…
    A presto!!!
    C, S & G

  • Andrea Cappellini
    agosto 17, 2014

    Ohhh yeah

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *